Produttori

Approfondimenti

I migliori integratori dietetici

Gli integratori dietetici, come del resto tutti gli integratori alimentari, vengono assunti al fine di integrare la normale alimentazione quando questa sia carente di sostanze per il corretto sviluppo o mantenimento fisiologico. Nello specifico gli integratori dietetici vengono utilizzati in regime alimentare ipocalorico e talvolta vengono confusi con i prodotti dietetici. Il prodotto dietetico, come regolamentato dalla legge italiana, non è un integratore di sostanze alimentari ma un vero e proprio presidio medico da usare al fine di sopperire a carenze particolari o a coadiuvare un metabolismo lento o l’assimilazione di particolari sostanze nel caso il corpo umano non sia in grado di farlo autonomamente. Vanno assunti previa consulenza medica, nel rispetto delle dosi indicate e con uno specifico obiettivo, solo per un determinato lasso temporale. Gli integratori alimentari invece possono essere usati da chiunque, anche senza prescrizione medica, in periodi in cui l’attività che si sta svolgendo possa richiederne l’utilizzo oppure in concomitanza appunto con un regime alimentare ipocalorico.

Integratori dietetici efficaci

Integratori dietetici efficaci

Una delle maggiori ditte specializzate nella produzione di integratori alimentari è la conosciutissima Enervit, la quale è già attiva nel settore fin dagli anni ‘60-‘70. L’azienda è cresciuta sempre di più soprattutto grazie all’impegno nel mondo dello sport. Oltre ad essere uno degli sponsor ufficiali più richiesti, è diventata nota per l’utilizzo dei suoi prodotti da parte di grandi atleti del calibro di Alberto Tomba.

Punto di forza dell’azienda è il settore della ricerca e dello sviluppo che permette di garantire prodotti sempre innovativi, di grande qualità e certificati secondo le normative europee. Enervit, al fine di trovare sempre migliori formule adatte alle esigenze individuali, collabora con atleti professionisti e non, al fine di andare incontro alle necessità che man mano vengono portate alla luce direttamente “sul campo”.

Questa stretta collaborazione fra medici ed atleti è il terreno ideale in cui si è inserita la Dieta Zona, inventata dall’americano Barry Sears e portata in Italia dal dottor Paolo Sorbini. L’intuizione di Sears deriva dalla convinzione che il cibo è un importante alleato per il benessere e l’attività psicofisica, da qui la creazione di un regime dietetico che potesse produrre la giusta risposta ormonale per permettere all’organismo di funzionare nel migliore dei modi. Al centro della Zona non è quindi la quantità di calorie assunta, o meglio l’eccessiva privazione delle stesse, ma la capacità che i cibi hanno nell’attivazione ormonale. In questo modo il metabolismo viene attivato per lavorare al meglio, utilizzando i grassi come forma energetica primaria. Questo nuovo regime alimentare deve essere però associato ad una corretta attività fisica e ad un necessario rilassamento mentale per poter ottenere i migliori risultati.

Come coadiuvante alimentare per la Dieta Zona è nata la linea Enervit EnerZona che oltre a comprendere gli integratori alimentari in capsule presenta anche una vasta gamma di spuntini o snack da assumere come sostitutivi di un pasto qualora non fosse possibile per via del tempo o della propria posizione mangiare in modo regolare assumendo la giusta proporzione di cibi come prescritto dal regime alimentare, oppure anche semplicemente come merenda o spuntino. Fra i più noti vi sono Enervit Enerzona Omega 3x (vendibili in flaconi da 120 capsule o da 240 capsule). Di questo prodotto vi è anche l’astuccio da 60 minicapsule da 0,5 g al posto delle capsule da 1 g dei precedenti due prodotti. Questi integratori alimentari contengono un concentrato di Omega 3 derivanti da olio di pesce. Gli Omega 3 sono una categoria di acidi grassi essenziali ottenuti per distillazione molecolare.

Per chi volesse optare per gli snack, della stessa linea ci sono i grissini 40-30-30. I numeri 40-30-30 indicano la percentuale di carboidrati, proteine e grassi presenti, ovvero il 40% di carboidrati, il 30% di proteine e il 30% di grassi sulla totalità del prodotto. Oltre ad essere ricchi di fibre, sono anche buoni e nutrienti.

La stessa proporzione (carboidrati 40% - proteine 30% - grassi 30%) è quella rispettata anche dagli snack in barretta che si possono trovare in diversi gusti, fra cui: Amarena e CioccolatoCheese CakeCocco e Cioccolato al LatteFondente Noir e tanti altri ancora. Ogni barretta è arricchita di vitamina D e vitamina E. All’interno della linea di prodotti si possono trovare snack senza glutine, vegani o senza olio di palma, in modo da andare incontro non solo a tutti i gusti, ma anche a tutte le esigenze alimentari.

Seppure di linee diverse dalla EnerZona sono da segnalare anche le barrette Enervit Power Time Barretta, in particolare nella versione Frutta Secca e Vitamine, ottima come carica energetica per chi svolge una vita particolarmente attiva, specialmente adatte come supporto energetico durante l’escursionismo in montagna o sport invernali, e la Enervit Gymline Muscle Protein Bar 32%, in modo particolare nella variante gianduia ricoperta di cioccolato al latte, ottima come supporto proteico a seguito di un’intensa attività fisica.

Un po’ meno nota di Enervit, ma non meno valida nel campo dell’integrazione alimentare, è la Specchiasol, una ditta specializzata nella fitoterapia, che unisce il benessere fisico con il rispetto dell’ambiente, mediante l’utilizzo di materie prime selezionate e una ricerca attenta e scrupolosa. Oltre alla gamma di medicinali fitoterapici, la Specchiasol si è specializzata sempre di più, specialmente negli ultimi anni, anche nella produzione di coadiuvanti ai regimi dietetici, fra cui degno di nota è Specchiasol Primum Dren, un acquaretico che ha la capacità di favorire l’eliminazione dei liquidi e combattere la ritenzione. Va diluito in un abbondante bicchiere d’acqua (un cucchiaio raso) e bevuto preferibilmente al mattino a digiuno.

Sempre della Specchiasol è anche il Primum Minidrink, in bustine liquide concentrate al gusto di limone con tè verde e zuccherate con la stevia, anch’esso con funzione drenante. Come per il Primum Dren Acquaretico, anche il Minidrink va assunto la mattina a digiuno, sciogliendolo in un abbondante bicchiere d’acqua.

Naturalmente va ricordato che gli integratori da soli non sono in grado di determinare un corretto apporto nutrizionale pertanto non possono essere intesi quali sostituti ma appunto solo come integratori in un regime alimentare controllato oppure in concomitanza con un’intensa attività fisica.


{**}